Parodontologia - Poliambulatorio Odontoiatrico - Laboratorio Odontotecnico - Medicina estetica - Nutrizionista

Parodontologia

Nel nostro studio viene portata particolare attenzione a questa patologia perché, come diceva un grande Maestro, le gengive e i legamenti che sostengono i denti, sono i giudici supremi per qualsiasi riabilitazione Odontoiatrica. Vale a dire che se non abbiamo i tessuti gengivali in condizioni sane, qualsiasi lavoro che verrà effettuato nella bocca del nostro paziente, sarà in breve tempo un sicuro insuccesso.

La parodontologia è la branca dell’odontoiatria che si occupa dell’insieme dei tessuti che formano il parodonto e che circondano il dente assicurandone la stabilità nell’alveolo. Si occupa anche delle patologie che interessano il parodonto, chiamate genericamente malattie parodontali o parodontopatie, o piorrea. Esistono due livelli di gravità per questa patologia, il primo livello, molto meno grave del secondo, prende il nome di Gengivite. Con una semplice terapia si restituisce la guarigione e la totale integrità ai tessuti che in questa fase si presentano infiammati, sanguinanti e doloranti.

La seconda fase, la Parodontite è invece molto più severa della prima e comporta sempre, dopo un adeguato trattamento e la guarigione dei tessuti, una lesione irreversibile del parodonto con il rischio concreto di perdere i denti. Anche l’alito cattivo è un aspetto della patologia che accompagnerà il paziente fin quando non risolverà il problema. Un altro aspetto della Parodontite è la distruzione dei tessuti che circondano il dente formando uno spazio tra dente e gengiva chiamato tasca parodontale o sacca gengivale all’interno delle quali si annidano i batteri i quali, trovandosi in un ambiente ideale proliferano distruggendo tutto il parodonto.
Si calcola che almeno dieci milioni di italiani soffrano di parodontite dopo i trenta anni di età.
Questa malattia può insorgere anche nei bambini e negli adolescenti nella condizioni in cui non viene effettuata un’adeguata igiene orale domiciliare o in presenza di anatomie dentali particolarmente sfavorevoli.

Gengivite
Gengivite
Parodontite
Parodontite

 

Chi si ammala di malattia parodontale?

Possono ammalarsi di malattia parodontale coloro che non osservano una buona igiene orale e che presentano una predisposizione individuale alla malattia. In particolare i fattori che favoriscono la malattia sono:

  • Igiene orale inadeguata: è la causa principale dei casi di parodontite. La placca batterica provoca prima la gengivite che poi diventa parodontite (piorrea).
  • Fumo: i fumatori hanno un rischio più elevato di contrarre la parodontite rispetto ai non fumatori. Questa malattia nei fumatori avanza spesso più rapidamente e ha un decorso più aggressivo e risponde meno alle cure.
  • Predisposizione genetica: certe persone soffrono di malattia parodontale nonostante un’igiene orale eseguita in maniera impeccabile, mentre altri possono vantare strutture parodontali sane pur avendo ammassi di tartaro e placca. Questo è dovuto al fatto che circa il 30% della popolazione ha ereditato un gene che predispone alla malattia parodontale.
  • Stress: molti studi scientifici hanno messo in evidenza una corrispondenza fra lo stress e la malattia parodontale, dovuto probabilmente al fatto che lo stress indebolisce le difese immunitarie.
  • Gravidanza: le forti fluttuazioni ormonali favoriscono l’insorgenza di gengivite e parodontite.
  • Particolari patologie: soprattutto il diabete e certe forme di artrite reumatoide nonché le deficienze immunitarie congenite o acquisite (ad es., AIDS).

Qual è la terapia indicata per la cura delle parodontopatie?

Intanto diciamo che la figura professionale che si occupa della cure delle parodontopatie è il Parodontologo che spesso si avvale della collaborazione di un Igienista Dentale. Fatta una corretta diagnosi da parte del Parodontologo il paziente inizia la terapia con la rimozione dei fenomeni infiammatori locali che causano la malattia, la placca batterica e il tartaro, dalle superfici dentali sopragengivali (detartrasi) e sottogengivali (levigatura radicolare); la levigatura radicolare può essere eseguita a “cielo chiuso” o “cielo aperto”.
Dopo questa prima fase, se necessario, il paziente sarà sottoposto ad eventuali terapie secondarie di tipo chirurgico o non chirurgico. Il trattamento delle patologie parodontali deve tener conto della loro multifattorialità e pertanto trattare la patologia nella sua complessità; se il momento fondamentale è rappresentato dalla rimozione dei microrganismi responsabili della malattia, non dobbiamo dimenticare l’estrema importanza che riveste nella strategia terapeutica il controllo degli stili di vita e di alcune malattie sistemiche, il diabete in particolare.

La malattia Parodontale determina difetti muco gengivali che modificano l’andamento della cornice gengivale compromettendo l’estetica e privando il paziente del piacere di sorridere.
Nel nostro studio si pratica la Chao Pinhole® Surgical Technique (PST), tecnica chirurgica ideata da John Chao, procedura mini invasiva che permette uno scivolamento dei tessuti gengivali a copertura delle recessioni. Questa nuova procedura non prevede tagli o suture, i sintomi post operatori (dolore, gonfiore e sanguinamento) sono quindi minimi.
Il più delle volte il paziente rimane piacevolmente sorpreso dal miglioramento estetico immediato.

Parodontite
Prima
Parodontite
Dopo

Richiedi informazioni


Accetta la Privacy Policy *